Windows Phone 8 tenta il riscatto! (by Hardware Upgrade)

Introduzione

Dopo l’evento della scorsa settimana nel corso del quale è stato definitivamente rivelato il nuovo Windows 8, Microsoft ha tenuto nella serata di ieri una serie di eventi dislocati in diversi paesi del globo nei quali ha ufficialmente lanciato la nuova versione del proprio sistema opertivo mobile, ovvero Windows Phone 8, evoluzione dei primi Windows Phone 7 e 7.5. La release con nome in codice Apollo è stata quindi definitivamente resa disponibile e dalle prossime settimane comincerà a battere il mercato a bordo di una serie di nuove soluzioni prodotte da diversi partner.

Il successo di Windows Phone e, di conseguenza, dei terminali che ne sono dotati, è stato finora probabilmente sotto le aspettative di molti, oscurato dallo strapotere di giganti ormai affermati come iOS/iPhone di Apple e tutta la gamma di dispositivi Android. Proprio per questo motivo, l’obiettivo principale per il nuovo Windows Phone 8 sarà sicuramente quello di riscattare i suoi predecessori e di incrementare la propria presenza sul mercato.

Per quanto riguarda l’Italia, attualmente, le vendite dei terminali Windows Phone costituiscono circa il 10,2% del mercato smartphone, un dato in continua crescita, impreziosito dal posizionamento di Lumia 610 al terzo posto tra le soluzioni smartphone più vendute nella nostra penisola.

Molte sono le novità introdotte dalla nuova versione dell’OS mobile Microsoft, sia a livello software che di supporto hardware. Novità che portano a pensare, e così effettivamente è, ad un sistema operativo completamente nuovo, che nulla ha da spartire con le versioni precedenti. Una scelta sicuramente difficile, che probabilmente non sarà vista di buon occhio da gran parte degli utenti ma che, allo stesso tempo segna un importante cambiamento che valorizza ulteriormente l’impegno che Microsoft sta mettendo nella realizzazione di un alternativa valida a quelli che attualmente sono i maggiori OS mobile sul mercato.

Nota dolente fino a questo momento per quanto riguarda l’OS mobile Microsoft è stata senza ombra di dubbio la mancanza di applicazioni, problema assolutamente legittimo per un sistema operativo sicuramente molto giovane. Anche per quanto riguarda questo “problema”, tuttavia, siamo stati rassicurati dalla stessa Microsoft che ha comunicato che entro la fine dell’anno, forse anche prima del periodo natalizio, il 90% delle top app presenti sugli altri sistemi operativi saranno importate su Windows Phone 8. Tra queste non può ovviamente mancare Instagram, di cui si sarebbe sicuramente sentita ancora maggiormente la mancanza ora che il portfolio prodotti annovera una suoluzione come Lumia 920, che fa della fotocamera uno dei suoi punti di forza.

Novità nell’interfaccia

I cambiamenti rispetto alle precedenti versioni del software iniziano con l’interfaccia utente e in particolar modo la start screen del nuovo Windows 8. Resta come caratteristica peculiare il reticolo di live tiles tipico del sistema operativo e ora inserito anche nella interfaccia touch di tablet e pc Windows 8 ma vengono aggiungi il supporto a nuovi formati per stesse tiles, un layout allargato che occupa ora tutta la larghezza del display e nuovi temi e colori.

Le nuove tiles, nel loro formato più piccolo, occupano ora un quarto della larghezza totale del display, e, di conseguenza, un quarto dello spazio occupato dalle precedenti tiles. Nonostante questo formato ridotto resteranno comunque animate e potranno essere ancora visualizzate al loro interno le info relative all’applicazione a cui si riferiscono.

Grazie a questo “stratagemma”, con una sola occhiata sarà ora quindi possibile tenere d’occhio il doppio delle applicazioni e quindi, di conseguenza ricevere dalle stesse il doppio delle informazioni rispetto a quanto accadeva in precedenza. Le tiles potranno essere inserite dagli stessi sviluppatori nel codice dell’applicazione o verranno generate automaticamente dal sistema operativo nel caso in cui gli stesso non le abbiano previste.

Rimane poi il formato “classico” delle tiles, ovvero quello che caratterizzava la maggior parte delle tiles in Windows Phone 7 e viene però aggiunto un nuovo formato che occupa tutta la larghezza del display, per la verità già presente ma riservato alle applicazioni di produttori e operatori e ora invece aperto a qualsiasi altra applicazione che preveda nel codice la possibilità di allargare a tutto schermo la tiles stessa.

Nuove compatibilità hardware

I cambiamenti e le novità non si fermano tuttavia all’aspetto esteriore e all’interfacia utente, con il nuovo Windows 8 sono infatti stati introdotti alcuni importanti cambiamenti anche per quanto riguarda la compatibilità con alcuni componenti hardware prima di oggi non supportati. In questo modo i produttori possono variare la scheda tecnica dei propri prodotti e portare sul mercato dispositivi che dal punto di vista della componentistica possono offrire soluzioni all’altezza della concorrenza.

Una delle caratteristiche più importanti e maggiormente richieste per valorizzare la scheda tecnica dei terminali è sicuramente la possibilità di integrare processori multi-core. Nonostante l’esperienza d’uso non ne facesse assolutamente sentire la mancanza, infatti, come visibile nella maggior parte delle schede tecniche degli attuali top di gamma Android e iOS, i SoC multi-core sono sicuramente uno dei trend in maggior crescita.

Processori multi-core come trend in maggior crescita ovviamente accompagnati anche da display di dimensioni e risoluzioni sempre maggiori. Proprio per questo con Windows Phone 8 Microsoft adegua il proprio sistema operativo anche in questo campo, aprendo a risoluzioni maggiori rispetto al classico 800×480 pixel, unica risoluzione disponibile con Windows Phone 7 e 7.5.

Ma a cosa serve avere display a risoluzione così elevata se poi non abbiamosufficiente memoria per archiviare contenuti multimediali in alta definizione? La domanda è ovviamente retorica e Microsoft ha pensato di ovviare a questo altro problema dando ora la possibilità ai produttori di offrire nei propri dispositivi il supporto alle schede di memoria microSD fino a 32 GB.

Introdotto anche il supporto alla tecnologia NFC, o Near Field Communication, uno standard ancora poco diffuso ma che, nel caso in cui prendesse piede potrebbe risultare sicuramente molto utile in diverse situazioni. Grazie a questo tipo di tecnologia è infatti possibile sviluppare applicazioni che permettono di effettuare pagamenti direttamente tramite il proprio smartphone o far interagire lo stesso con una serie di accessori appositamente studiati.

Novità software

Grandi novità, ovviamente, anche dal punto di vista del software vero e proprio, applicazioni comprese. Con la nuova versione del proprio OS mobile, Microsoft ha infatti introdotto ad esempio un nuovo processo in background che gestisce le chiamate VOIP. Da ora in poi il comportamento dello smartphone, e più in generale del sistema operativo, in caso di chiamate VOIP o di messaggi tramite servizi di chat sarà esattamente lo stesso adottato in caso di chiamate o messaggi ricevuti sulla normale linea telefonica, un pò come già accadeva con la chat di Facebook integrata nell’applicazione legata agli sms.

Il nuovo Windows 8, migliora poi ulteriormente le funzionalità riguardanti la creazione dei gruppi di contatti nella rubrica. All’interno di uno stesso gruppo sarà infatti ora possibile, oltre che comunicare con tutti i membri del gruppo contemporaneamente, condividere con essi un calendario per la sincronizzazione degli appuntamenti, piuttosto che una sorta di blocco note per organizzare un determinato lavoro o ancora scambiare mantenere aggiornato un file o un documento condividendolo in tempo reale con il resto dei membri del gruppo.

Rispetto a quanto annunciato al momento della prima presentazione avvenuta lo scorso mese di giugno non si hanno ancora indicazioni precise riguardo a quando e come i servizi legate alle mappe e alla navigazione di Nokia possano arrivare anche sugli altri dispositivi Windows 8 ma, parlando con alcuni esponenti Microsoft abbiamo ricevuto conferma dell’intenzione di esportare le stesse anche su smartphone di altri produttori.

Per quanto riguarda il mondo business, tra le novità più apprezzate troviamo ad esempio le impostazioni di boot sicuro e di criptografia come anche la possibilità di usufruire ancora una volta di tutta la suite Office in versione mobile. La condivisione dei contenuti tra le diverse piattaforme grazie alla ampia interazione con Windows 8 permetterà poi una gestione più comoda e veloce dei terminali da parte delle aziende utilizzando dei normali PC desktop equipaggiati con lo stesso Windows 8.

Aggiornato anche il browser Explorer, giunto alla versione 10, come il corrispettivo desktop e caratterizzato da una ancora migliore gestione dei contenuti HTML 5 e da una velocità e fluidità ulteriormente incrementate. È stato inoltre introdotto un sistema di notifica che avviserà l’utente ogni volta in cui lo stesso tenterà di accedere a una pagina con contenuti ritenuti potenzialmente pericolori.

Infine Microsoft ha pensato anche ai più piccoli dotando il proprio nuovo OS di un Kid’s Corner, ovvero “l’angolo dei bambini” in cui i genitori potranno inserire applicazioni, musica e video adatti ai propri figli. In questo modo anche i bambini potranno interagire con lo smartphone, giocare e ascoltare musica senza il rischio di intaccare i dati personali o di lavoro dei propri genitori. L’angolo dei bambini è ovviamente comunque gestito dall’adulto possessore del terminale che deciderà tramite una apposita app quali contenuti inserire nell’area riservata ai minori.

Primi prodotti e disponibilità

Al momento del lancio sono tre i produttori che supporteranno con i propri prodotti il nuovo sistema operativo mobile di Microsoft. Tra questi troviamo ovviamente Nokia, il partner forse più importante per l’azienda di Redmond, e Samsung e HTC, due dei produttori che sin dal primo lancio di Windows Phone 7 hanno creduto nelle potenzialità di questo nuovo OS.

Nel dettaglio saranno due le soluzioni commercializzate da Nokia, così come saranno due anche quelle disponibili tramite HTC, in entrambi i casi si tratterà di un dispositivo di fascia alta e di un secondo terminale di fascia leggermente inferiore. Per quanto riguarda Samsung avremo invece un solo terminale al top della gamma, anche se non sono da escludere ulteriori soluzioni di fascia minore nel corso dei prossimi mesi.

Per quanto riguarda Nokia le due soluzioni disponibili al lancio saranno Lumia 920 e Lumia 820. Entrambi disponibili in diverse colorazioni, fanno sicuramente della fotocamera con tecnologia Pure View uno dei loro punti di forza. Tutte e due le soluzioni saranno disponibili a partire dal prossimo mese di novembre presso tutti i maggiori operatori italiani ad un prezzo di 599 euro tasse incluse per Lumia 920 e 499 euro, sempre tasse incluse per Lumia 820.

Le due nuove soluzioni HTC prendono invece il nome di Windows Phone 8X e Windows Phone 8S, riprendendo quella che è la nomenclatura della famiglia One di dispositivi Android. HTC 8X è così posizionato al top della gamma e sarà disponibile a partire dal mese di novembre ad un prezzo di 549 euro tasse incluse esclusivamente presso l’operatore TIM in due colorazioni: blu e nero.

HTC 8S, entry level di fascia media sarà invece disponibile sia tramite TIM che Vodafone ad un prezzo di 299 euro tasse incluse.

Per concludere, Samsung Ativ S, a nostro parere dedicato ad un pubblico più business a causa del proprio aspetto molto curato e sobrio sarà disponibile semprea partire dal mese di novembre presso gli operatori TIM e Tre ad un prezzo di 599 euro tasse incluse nella unica colorazione grigia con rifiniture cromate.

Le premesse per un successo maggiore rispetto ai lanci precedenti ci sono tutte, resta tuttavia da vedere come il pubblico percepirà queste novità e se, finalmente Windows Phone riuscirà, anche grazie alla spinta dei nuovi tablet e PC Windows 8 a fare breccia nel cuore degli utenti e a ritagliarsi quella fetta di mercato che, secondo le previsioni di mercato dello sorso anno, potrebbe portarlo al secondo posto tra i sistemi operativi mobile entro il biennio 2015/2016.

Annunci

Informazioni su lucachepassione

Amante della tecnologia (ma non solo) adopera le proprie doti analitiche per consulenze varie.. dagli acquisti alla vendita alle passioni in genere..

Pubblicato il 31 ottobre 2012, in 1) TECNOLOGIA & Offerte con tag , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Scrivi un Commento..

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: